buzzoole code

20 Curiosità sul caffè che forse non conoscete + 1 INFOGRAFICA

Lo sapevate che il Principe Carlo è un grande sostenitore dei clisteri di caffè? E che esiste una varietà di questa bevanda che costa 1100 dollari al chilo? Se ho attirato la vostra attenzione, preparatevi a 20 curiosità sul caffè che forse non conoscete, ispirate a un articolo comparso nel 2013 sul magazine Discover. Se ancora non fosse abbastanza, ci aggiungo un’infografica con ulteriori curiosità!

Curiosità sul caffè

1. La storia narra che la consumazione del caffè abbia avuto origine dalla popolazione nomade etiope degli Oromo, che realizzava delle specie di barrette energetiche costituite da chicchi di caffè macinati e grasso animale, addirittura nel primo millennio.

2. Intorno all’anno 1000 DC, alcuni commercianti arabi riportarono dei cicchi di caffè dall’Africa e iniziarono a bollirli per produrre una bevanda che chiamarono qahwa. Traduzione: “che impedisce di addormentarsi”.

3. Nel 1930, il medico tedesco Max Gerson iniziò a promuovere l’utilizzo quotidiano di clisteri di caffè per disintossicare il fegato, stimolare il metabolismo e curare i tumori.

4. Più di recente, il principe Carlo è stato un grande promotore dei clisteri di caffè, a tal punto che adesso Amazon.com vende dei kit fai da te.

5. Ma attenzione: Il National Cancer Institute ha dichiarato che le affermazioni di Gerson non sono supportate, e l’American Cancer Society avverte che la contaminazione delle attrezzature per fare clistere di caffè, gli elettroliti impoveriti e la perforazione delle pareti intestinali possono portare a malattia e addirittura alla morte.

6. Molto meglio assumerlo per via orale. Nel 2011, la Harvard School of Public Health ha riferito che in uno studio durato 22 anni effettuato su circa 48’000 uomini, è stato evidenziato all’abitudine di bere sei o più tazze di caffè al giorno sia associato circa il 60 per cento di probabilità in meno di morire di cancro alla prostata.

7. Uno studio del 2008 condotto dall’Università di Lund in Svezia ha dimostrato che bere caffè riduce il rischio di cancro al seno, almeno in quelle donne che hanno una variante relativamente comune del gene CYP1A2, che aiuta a metabolizzare estrogeni e caffè.

8. E non è tutto! Lo stesso team svedese ha dimostrato che le donne con la variante genetica sopra descritta che bevono tre o più tazze di caffè al giorno hanno il seno più piccolo. Almeno c’è la salute…

9. Ma le preoccupazioni dei bevitori di caffè non finiscono qui. Nel 2009, gli psicologi della Durham University del Regno Unito hanno osservato che gli studenti che ne bevevano tre tazze al giorno avevano tre volte più probabilità di sentire voci ed essere soggetti a esperienze extracorporee.

10. Johann Sebastian Bach espresse il suo amore per il caffè in una cantata. Con il libretto di Christian Friedrich Henrici, il Kaffeekantate (Cantata del Caffè) vide la sua prima rappresentazione a Lipsia, in Germania, tra il 1732 e il 1735.

11. La parte da soprano recita: “Signor padre, non siate così severo! / Se non posso bere tre volte al giorno / la mia tazzina di caffè / divento per mia sventura / come un arrostino di capra rinsecchito.”

12. Anche gli Americani vanno pazzi per il caffè. Secondo una ricerca di Harvard, spendono fino a 40 miliardi di dollari all’anno in caffè.

13. Nel mondo vengono consumate quasi 1,6 miliardi di tazze di caffè ogni giorno.

14. La tazza grande di caffè di Starbucks (cioè quella da mezzo litro) contiene l’equivalente in caffeina di 9 lattine e mezzo di Coca Cola.

15. Tenendo conto del processo di crescita e di trattamento dei chicchi, ci vogliono circa 140 litri d’acqua per la produzione di una singola tazza di caffè.

16. I ricercatori dei Royal Botanic Gardens di Londra avvertono che le foreste degli altipiani in Etiopia e nel sud del Sudan, dove cresce la maggior parte del caffè selvatico, stanno scomparendo per colpa dei cambiamenti climatici. Entro il 2080, questi ecosistemi umidi potrebbero non esistere più. E’ motivo di preoccupazione, ma sarà la fine del caffè, dal momento che le varietà di piante coltivate a cui ci affidiamo per la produzione sembrerebbero essere al sicuro.

17. Questo ovviamente finché non saranno minacciate da una malattia. Quasi il 70 per cento del caffè che beviamo oggi viene da propaggini di Arabica selvatica, o Coffea arabica, una specie di caffè che conserva la maggior parte delle informazioni genetiche di cui potremmo aver bisogno per riprodurre le cultivar commerciali.
18. Coffea charrieriana, una specie di caffè trovata in Camerun, è l’unica ad essere naturalmente decaffeinata.

19. Le bacche di caffè, il frutto che conserva i nostri preziosi chicchi, sono uno degli snack preferiti degli elefanti e i chicchi, ovvero i semi, possono essere raccolti, già mondati, dal loro sterco. Grazie al suo sapore morbido e cremoso, il caffè prodotto dallo sterco di elefante, chiamato Black Ivory, viene venduto a 1100 dollari al chilo.

20. Pensate che il caffè faccia venire l’alito cattivo? Nel 2009, i ricercatori dell’Università di Tel Aviv hanno scoperto che l’aggiunta di caffè alla saliva inibisce la crescita di un batterio che provoca alitosi. Quindi procedete pure con la vostra pausa caffè!

Venti curiosità sul caffè non sono ancora abbastanza? Eccone tante altre provenienti da ben 29 paesi del mondo, raccolte in un’infografica realizzata da Momondo.
Caffè nel mondo

Direi che a questo punto siete preparatissimi sull’argomento caffè e siete pronti a rispondere a qualsiasi domanda!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>