buzzoole code

Come costruire un semplice terrario di piante grasse

Sfogliando qualsiasi rivista di arredamento e decorazione della casa o semplicemente navigando tra le board di Pinterest, potrebbe esservi venuta voglia di realizzare un bellissimo terrario di piante grasse. Molte persone stanno diventando letteralmente matte per queste splendide piante tipo cactus, la cui cura richiede sempre poche attenzioni. Ed è proprio questo uno dei motivi per cui costruire un terrario di piante grasse sta diventando un’attività così diffusa: oltre alla ridotta manutenzione richiesta dalle piante grasse, le specie disponibili sono davvero tante e molte di esse sono molto colorate e decorative. Le piante grasse, o succulente, sono davvero facili da mantenere e sono l’ideale per dedicarsi a un piccolo progetto fai da te con diversi gradi di difficoltà. Qui sotto una galleria fotografica con alcuni suggerimenti per realizzare terrari di piante grasse più o meno semplici.

Terrari di piante grasse

E’ quindi giunto il momento di dedicarsi alla creazione di un terrario per piante grasse, che sarà in grado di illuminare casa vostra o il vostro ufficio. Seguendo queste semplici linee guida, ci riuscirete anche se non siete dei professionisti del fai da te. Ovviamente andranno modificate in base a quello che vorrete ottenere come risultato finale.

Elementi del terrario di piante grasse

Elementi del terrario di piante grasse

Occorrente:

  • Piccoli ciottoli per il drenaggio
  • Miscela di terreno apposito per cactus o succulente
  • Sfagno per la filtrazione
  • Carboni attivi per la filtrazione
  • Diverse piante grasse a vostra scelta
  • Muschio, ghiaia, rocce o marmi per la decorazione

Se avete problemi a reperire tutto l’occorrente, potete ricorrere a un kit apposito per le piante grasse, strumento fondamentale per i principianti, che contiene tutti gli ingredienti di cui avrete bisogno e le istruzioni dettagliate per rendere unico il vostro terrario.

Inserite gli elementi

Inserite gli elementi

Procedimento:

  1. Scegliete un contenitore: le piante grasse possono crescere dentro qualsiasi cosa, da un vaso di pietra a un terrario di vetro, o anche in un secchiello vintage! La scelta dovrà ovviamente essere influenzata dal luogo nel quale deciderete di porre il terrario, in maniera tale che sia in linea con l’arredamento.
  2. Riempitelo con tutto l’occorrente! In primo luogo mettete i ciottoli, poi il carbone, seguito dallo sfagno e quindi dalla miscela di terreno.
  3. Trapiantate le vostre succulente. Siate creativi! Non abbiate paura di sperimentare con arrangiamenti diversi.
  4. Aggiungete le decorazioni. Buon divertimento con questa parte, che potrà rispecchiare la vostra creatività e il vostro buongusto.
  5. Sperimentate! Le piante grasse sono estremamente versatili, quindi non abbiate paura di provare diverse combinazioni di felci e piante. Le possibilità sono infinite!
Decorate a piacere

Decorate a piacere

Consigli di mantenimento:

  • Non annaffiate troppo le vostre succulente. E’ proprio vero che le piante grasse richiedono poca cura e c’è solo una cosa che può far loro del male: troppa acqua! La prima regola da seguire è quella di annaffiarle solo una volta a settimana fino a quando il terreno risulta bagnato al tatto, ma non inzuppato.
  • Esponetele alla luce, ma non diretta. Le piantine grasse possono vivere tranquillamente sia in casa che all’esterno. Ovunque decidiate di posizionarle, assicuratevi che sia un posto molto luminoso, ma cercate di evitare la luce solare diretta per lunghi periodi di tempo.

Ricordate, solo la pratica rende perfetti. In bocca al lupo per la realizzazione del vostro terrario e buon divertimento!

Fonte: ProFlowers

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>