buzzoole code

7 Curiosità sulla luna piena, tra realtà e leggenda

La luna e i cicli lunari hanno sempre affascinato l’uomo. Il satellite della terra è in grado di influenzare a tal punto le nostre attività e i cicli naturali, che per molti anni è stato soggetto di leggende e tradizioni. E la sua fase principale e più spettacolare, ovvero la luna piena, è forse la maggiore protagonista di queste storie più o meno conosciute. Sono però riuscita scovare sette curiosità sulla luna piena un po’ meno note, che sicuramente apprezzerete.

Curiosità sulla luna piena

Secondo le superstizioni, è più probabile che con la luna piena nascano bambini maschi

E’ risaputo che la luna piena influenza moltissimi cicli naturali. Partendo dalle maree, passando per i raccolti e le coltivazioni, fino ad arrivare alla sfera femminile. Perché sì, forse non tutti ricordano che anche il ciclo mestruale, la gravidanza e il parto possono essere influenzati dalla luna piena e i cicli lunari in generale.

Se volete osservare la prossima luna piena, ecco un paio di consigli. Innanzitutto ricordatevi il vecchio detto per capire se la luna è calante o crescente: “Gobba a ponente, luna crescente. Gobba a levante, luna calante”. Quindi, quando la pancia della luna è rivolta verso Ovest siamo in Luna crescente, quindi si va verso la Luna piena, mentre si va verso la luna nuova se la pancia del satellite terrestre è rivolta verso Est.

Identificato il giorno in cui si sarà la prossima luna piena, sappiate che il momento migliore per osservarla e apprezzarla è quando si trova in prossimità dell’orizzonte. Per un illusione ottica, la luna all’orizzonte sembra più grande, senza contare che assume una colorazione rossastra decisamente suggestiva.

Vi sono piaciute queste curiosità sulla luna piena? Ne conoscevate qualche altra che non è elencata in questo articolo? Fatemelo sapere nei commenti!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>