buzzoole code

Cell, il film dal romanzo di Stephen King: da vedere o da evitare?

Cell film adattamento dal libro di Stephen King
Al cinema sta per uscire Cell, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo scritto da Stephen King nel 2006. Sarà all’altezza?
Stephen King è il maestro indiscusso dell’horror contemporaneo e molti dei suoi romanzi adattati per il grande schermo sono andati a diventare dei classici del genere, tra cui Carrie, Misery e Shining. Naturalmente, pur partendo da storie di tutto rispetto come quelle del Re, non tutti gli adattamenti sono stati un successo. C’è bisogno di citare Brivido (Maximum Overdrive, 1986), vagamente ispirato al racconto Camion presente nella raccolta A volte ritornano? Impossibile quindi non farsi degli scrupoli ogni volta che esce un nuovo adattamento a un romanzo di King, in questo caso Cell.

Se siete fan di Stephen King e avete letto il libro, la trama di Cell la conoscete già: Un misterioso segnale diramato al mondo tramite cellulari e smartphone, conosciuto con il nome di Impulso, penetra nelle menti di quasi tutti gli esseri umani trasformandoli in assassini senza coscienza. Il punto di vista che viene raccontato è quello di Clay Riddell, disegnatore di fumetti scampato al segnale, che cerca di sopravvivere con l’aiuto di alcuni superstiti e di ritrovare il figlio prima che anche questi accenda il cellulare.

Diretto da Tod Williams (Paranormal Activity 2), il film è interpretato da John Cusack, nei panni di Clay Riddell, e Samuel L. Jackson, un altro sopravvissuto che lo aiuta a malincuore. Sebbene la premessa sia quella fantascientifica legata al fallimento/sopravvento della tecnologia, le orde di persone vaganti a bocca aperta senza alcuna particolare presenza mentale danno l’idea di un branco di Zombie. Niente di meglio in un periodo storico in cui The Walking Dead, World War Z e Z-Nation la fanno da padroni in termini di popolarità. Niente di meglio di un bel gruppo di persone comuni che si trasformano da un momento all’altro in assassini psicotici.

C’è il rischio che Cell si trasformi nel nuovo Brivido? Vedendo il trailer (disponibile qui sotto) la risposta sembrerebbe essere no, ma difficilmente potrà essere un cult come Carrie o Misery, probabilmente anche perché la storia a cui si ispira, seppur molto originale, non è altrettanto coinvolgente.




In ogni caso il coinvolgimento di John Cusack e Samuel L. Jackson è sicuramente un plus. Il duo è stato in precedenza co-protagonista di 1408, che è stato l’ultimo adattamento di Stephen King ad ottenere recensioni piuttosto positive. Come non citare poi la preghiera recitata fuori campo da Samuel L. Jackson nel trailer, che dovrebbe indurre automaticamente la pelle d’oca a tutti coloro che sono cresciuti amando Pulp Fiction.

Insomma, così al buio penso proprio che darò a Cell una possibilità, e voi?
Vi aspetta al cinema dal 13 luglio 2016.

Se siete fan di Stephen King, leggete la mia classifica dei migliori romanzi horror scritti dal Re del Brivido.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>