buzzoole code

Fulmini vulcanici: foto e spiegazione di un fenomeno naturale spettacolare

Tutti conoscono i fulmini e chiunque sa cosa sono i vulcani, ma avete mai sentito parlare di fulmini vulcanici? Sono un fenomeno naturale davvero spettacolare che si genera in presenza di nubi intense emesse dal cratere di un vulcano in eruzione.

Negli ultimi anni sono state scattate bellissime foto di fulmini vulcanici in occasione delle eruzioni del Chaitèn in Cile, del Sakurajima in Giappone o dell’Eyjafjallajökull in Islanda, ma furono osservati già nel marzo 1944, durante l’ultima eruzione del Vesuvio.

Fulmini vulcanici

Il fulmine, di per sé, è un intensissimo flusso di elettricità tra due zone che presentano cariche elettriche di segno opposto, e quindi un diverso rapporto tra elettroni e protoni. Se il numero degli elettroni supera quello dei protoni, la materia è carica negativamente; viceversa la materia è carica positivamente. Perché venga prodotto un fulmine devono coesistere due condizioni: la presenza di un meccanismo che genera la separazione di cariche tra due masse considerevoli di materia che siano sufficientemente separate, e un qualche processo che connetta le due masse in modo da permettere il flusso di elettricità. In genere la seconda condizione si verifica automaticamente nel momento in cui la differenza di potenziale tra le due masse aumenta a tal punto da superare la resistenza dell’aria. A quel punto avviene la scarica elettrica.

Nel caso delle eruzioni vulcaniche, la prima condizione si viene a verificare grazie alla collisione delle particelle di polvere e cenere che vengono emesse, che scontrandosi tra di loro vanno a elettrificarsi. Nel suo insieme la nube è sempre neutra, ma deve esistere un meccanismo tale da separare le particelle cariche negativamente da quelle con carica positiva. Il processo della separazione delle cariche durante le eruzioni vulcaniche è ancora in fase di studio, ma si pensa che possa avvenire se i gruppi di particelle possiedono diverse proprietà aerodinamiche. Il fatto che il più delle volte i fulmini si sviluppino in prossimità della bocca del vulcano lascia pensare che possano avvenire dei processi, poco prima dell’emissione delle polveri, che siano in grado di causare la separazione delle cariche.

In attesa che gli scienziati scoprano nel dettaglio come si generano i fulmini vulcanici, non possiamo che goderceli in foto e in video.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>